NEWS|COME RAGGIUNGERCI|CONTATTI|ISCRIVITI|CREDITS
 
 

 

Le Origini

Tutto il fascino e il mistero del tempo che scorre, sempre diverso eppure sempre uguale, un tempo eterno e trascendente che trasforma il Cenobio in luogo di meditazione e introspezione.
Il fascino della Cervara è qui, in un equilibrio dinamico tra sacro e profano.

 

L’origine della Cervara risale all’estate del 1361, quando venne posata la prima pietra per la costruzione del nuovo monastero dedicato a San Girolamo. Autori del progetto e primi abitanti furono i monaci benedettini ai quali, nel corso dei secoli successivi, si deve l’enorme prestigio raggiunto in tutta Europa.

 

Si narra delle visite di Francesco Petrarca, Santa Caterina da Siena, dei papi Gregorio XI (1376), Urbano VI e Pio VII; e, ancora, di don Giovanni d’Austria, il famoso condottiero che sconfisse i Turchi a Lepanto (1574), del letterato Alessandro Piccolomini e di Guglielmo Marconi. Le tracce più consistenti sono quelle della prigionia di Francesco I re di Francia, che sconfitto a Pavia nel 1525 da Carlo V di Spagna, fu qui imprigionato in una torre-prigione a strapiombo sul mare, da cui si gode una splendida vista del Golfo del Tigullio.

 
 
 
Facebook IconTwitter Icon